Home / Campobasso / A Campobasso, ennesimo furto ad una scuola

A Campobasso, ennesimo furto ad una scuola

Ancora un furto nelle scuole a Campobasso. Questa volta, è toccato alla scuola media Jovine di via san Giovanni dei Gelsi. Ai ladri è andata male perché in cassaforte non c’erano che pochi spiccioli. E qualche altra manciata di spiccioli sono stati portati via dalle macchinette. E’ solo l’ultima delle azioni poste in essere dai delinquenti nei confronti di un Istituto scolastico. C’è, anche, da dire che le telecamere istallate nella zona ancora non entrano in funzione e, dunque, non sarà possibile nemmeno controllare chi è transitato su quelle strade durante le ore notturne. I continui attacchi da parte della delinquenza nei confronti dei plessi scolastici, dovrebbe portare ad un maggiore controllo proprio attraverso l’utilizzo delle telecamere di videosorveglianza. Il problema, infatti, si sta ripetendo con troppa frequenza ed è impensabile che le scuole non conoscano una particolare attenzione dal punto di vista della sicurezza. Purtroppo, la città è andata peggiorando, dal punto di vista degli atti vandalici e delinquenziali che non risparmiano nemmeno le scuole che, pure, rappresentano la casa di tutti. L’ultimo episodio accaduto, però, testimonia l’incancrenirsi di una situazione non più tollerabile. E se le telecamere possono essere un utile deterrente dinanzi al ripetersi di episodi delinquenziali e vandalici, non c’è un minuto più da perdere e prima, soprattutto, della riapertura delle scuole.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

L’encefalogramma piatto della politica a Campobasso

di Giuseppe Saluppo La politica comunale a Campobasso è ferma per la pausa agostana. Anche …

3 commenti

  1. Paolo Crescentini

    Aspettate la giunta Battista e diventerete vecchi…

  2. Ma non importa a nessuno sia del degrado morale che certi atti denunciano sia del danno patrimoniale che procurano? La regola dell’amministratore pubblico che deve ispirarsi al ” buon padre di famiglia ” non è più valida? O per qualcuno è meglio tollerare che reprimere?

  3. Campobasso è diventata più omertosa di certe note zone italiane. Genitori totalmente assenti, amministratori in regime di latitanza, forze dell’ordine che sembrano sempre impegnate altrove (già, ma dov’è questo altrove?), gente che sa o vede, ma non denuncia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*