Home / Lavoro / 800mila euro per i servizi all’Impiego

800mila euro per i servizi all’Impiego

Più si approssima il tempo della campagna elettorale per il rinnovo del consiglio regionale e per la scelta del nuovo presidente della giunta, più si registrano atti deliberativi che vanno in soccorso di situazioni precarie, difficili, con annesso malcontento, per tentare di risolverle e riguadagnare consenso. E’ la strategia di riparazione di anni di voluta indifferenza ai problemi di ordinarietà amministrativa e gestionale da parte dell’esecutivo presieduto da Paolo di Laura Frattura. Chi non ricorda, ad esempio, le difficoltà di gestione patite dai Centri per l’Impiego delle province di Campobasso e Isernia? I problemi del personale, le polemiche, i contrasti istituzionali con la Provincia di Campobasso? Questioni solo parzialmente affrontate e solo parzialmente risolte con l’affidamento all’Agenzia regionale Molise Lavoro della governance delle attività di orientamento, in coerenza con quanto previsto dal “Sistema regionale di orientamento permanente”,  nell’ambito delle Politiche del Lavoro. Quella parzialità solo in queste ultime settimane ha trovato nuova attenzione e nuove risorse da parte della giunta che, infatti, ha deliberato di utilizzare il capitolo  14522 del bilancio regionale, “per le attività di orientamento affidate alla governance dell’Agenzia Regionale Molise Lavoro”, e di assicurare una ulteriore continuità e funzionalità delle predette attività con un successivo impegno finanziario  di 800mila euro dal capitolo 11847, sempre del bilancio regionale. Tempestività e disponibilità, stranamente agibili e utilizzabili solo dopo che le questioni connesse alle Politiche del Lavoro erano giunte al limite della sopportabilità e della (ir)responsabilità, soprattutto in relazione al Decreto direttoriale del 22 dicembre 2010 del ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – direzione generale degli ammortizzatori sociali e degli incentivi all’occupazione – divisione III, “misure aggiuntive di stabilizzazione e di politica attiva del lavoro e per il sostegno delle situazioni di maggiore difficoltà” da realizzarsi attraverso percorsi di orientamento, individuali e collettivi, di natura partecipata e proattiva e servizi specialistici di orientamento al lavoro. Va ricordato inoltre che il 13 marzo 2017 la giunta ha approvato  l’Avviso Pubblico di chiamata a progetto per la realizzazione di un intervento sperimentale di politica attiva rivolto prioritariamente ai lavoratori dell’area di crisi complessa, e l’11 agosto 2017, al fine di assicurare la continuità delle attività previste nel programma di azione, ha integrato la dotazione finanziaria di 360mila euro. Interventi in progress che però solo nelle scorse settimane hanno indotto l’esecutivo regionale a reperire altri 800mila euro per garantire la continuità e la funzionalità delle attività di orientamento affidate all’Agenzia regionale Molise Lavoro, in considerazione del fatto  “che tali iniziative risultano fondamentali per l’intero territorio regionale ai fini di una capillare informazione, conoscenza delle opportunità formative e lavorative, soprattutto in considerazione delle iniziative di rilancio del tessuto industriale conseguenti alle opportunità di sostegno finanziario riferite all’avvenuto riconoscimento dell’area di crisi industriale complessa, che richiedono un’attenta ed efficace gestione delle politiche di reinserimento lavorativo, rispetto alle quali le cennate attività di orientamento risultano fondamentali”. Presa di coscienza largamente tardiva se si pensa che il riconoscimento dell’area di crisi complessa risale al 2015. E largamente strumentale per riguadagnare credibilità e consenso “elettorale”. Fidando sulla generalizzata  memoria corta dei molisani.

Dardo

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Isernia, l’ufficio del Giudice di Pace nei locali del Tribunale

La Conferenza Permanente presso il Tribunale di Isernia, presieduta dal Presidente del Tribunale Dr. Vincenzo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*