Home / Politica / 450mila euro alla Regione Molise per assistere i diversamente abili

450mila euro alla Regione Molise per assistere i diversamente abili

Il commissariamento del sistema sanitario regionale impedisce alle amministrazioni comunali e alla associazioni di volontariato di prendere parte attiva e diretta alla pianificazione degli interventi in favore del servizio sociale “Dopo di noi”, che riguarda soggetti diversamente abili. Stando così le cose, il consigliere regionale  (ex PD) Michele Petraroia s’è preso la briga di  scrivere ai presidenti delle conferenze dei sindaci  degli Ambiti territoriali di zona di Campobasso, Isernia, Agnone, Riccia, Boiano, Larino e Termoli per sollecitarli, in sede di programmazione sociale nei rispettivi Ambiti territoriali, “a contribuire all’individuazione dei centri accreditati in grado di garantire la funzionalità di un servizio sociale di estrema delicatezza”, quale quello di cui si sta parlando. A tal proposito, il consigliere rimarca che sul territorio regionale sono state già avviate alcune esperienze in materia che possono agevolare il raccordo tra le necessità evidenziate nei Piani Sociali di Zona dalle Amministrazioni Locali e l’apporto che può offrire l’Azienda sanitaria (Asrem) attraverso i Distretti sanitari territoriali.

L’utilità del suggerimento e della sollecitazione è nella possibilità di fondere al meglio il lato sociale e quello sanitario connessi al decreto interministeriale che ha assegnato 450 mila euro alla Regione Molise, a valere sui 90 milioni di euro per i fondi dell’annualità 2016 da destinare alle strutture del  “ Dopo di noi”. Provvedimento nazionale lungamente atteso dalle associazioni di volontariato e dai familiari dei cittadini diversamente abili che posto in essere rappresenta una straordinaria risposta in termini di civiltà, umanità e riconoscimento di dignità delle persone.

Dardo

 

 

Di Dardo

Potrebbe Interessarti

A due mesi  dal risultato elettorale è più che legittimo attendere un segnale concreto di cambiamento a Palazzo Vitale passando delle parole ai fatti

In missione a Roma e a Bruxelles per conoscere e farsi conoscere, ma soprattutto per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*